La stazione di Berna diventa un moderno hub di mobilità

Berna è la seconda stazione più grande della Svizzera nonché un’importante nodo della rete ferroviaria nazionale e internazionale. L’ampliamento della stazione di Berna crea notevoli vantaggi, sia per i viaggiatori, sia per i passanti.

Vantaggi per viaggiatori e passanti

L’ampliamento della stazione di Berna permette di aumentare i collegamenti e rende l’accesso alla stazione, gli spostamenti al suo interno e il viaggio più confortevoli.

  • Più treni grazie ad aumenti della cadenza nella S-Bahn e sulle linee principali del traffico a lunga percorrenza
  • Più posti a sedere sui treni grazie a carrozze a due piani supplementari e treni più lunghi
  • Accesso più comodo ai marciapiedi e più spazio a disposizione nei punti di passaggio e nel padiglione dei binari
  • Ambiente più luminoso e accogliente nei punti di passaggio
  • Grazie al nuovo sottopassaggio pedonale, percorsi più brevi tra i marciapiedi per cambiare treno
  • Orientamento più facile per persone ipovedenti e a mobilità ridotta
  • Più accessi e percorsi di cambio più brevi per coloro che prendono gli autopostali regionali
  • Secondo e più efficiente accesso principale a ovest
  • Collegamento diretto e comodo per i pedoni con Hirschengraben / City West
  • Percorsi di cambio brevi per coloro che prendono tram / autobus / autopostali
  • Meno affollamento sul piazzale della stazione e alle relative fermate

Misure per aumentare l’efficienza di Berna quale nodo nevralgico dei TP

Per sostenere il progetto «Il futuro della stazione di Berna» e aumentare l’efficienza di Berna quale nodo nevralgico dei TP, le FFS realizzano molti altri progetti finalizzati ad accrescere flessibilità, capacità, puntualità e comfort.

Due importanti progetti, che peraltro creano i presupposti per ulteriori fasi di ampliamento, sono già stati implementati.

  • Riduzione del tempo di successione dei treni: i treni tra Wankdorf e la stazione di Berna ora si susseguono a una distanza di due minuti anziché tre come in passato.
  • Rialzamento e allungamento del marciapiede dei binari 7/8 della stazione di Berna a ovest dell’ingresso occidentale (la cosiddetta «Welle», onda). Ora qui possono fermare anche treni lunghi 400 metri.

Separazione dei flussi di traffico a Wylerfeld

La separazione dei flussi di traffico a Wylerfeld è un progetto chiave che consentirà di garantire più collegamenti e maggiore puntualità nel nodo ferroviario di Berna. Grazie a questa misura si risolvono i problemi d’incrocio dei treni a est di Berna, dove confluiscono le tratte ferroviarie ad alta frequenza Olten–Berna, Bienne–Berna e Thun–Berna. A tale scopo le FFS realizzano una galleria di 872 metri che consentirà di far passare i treni su diversi livelli. I lavori sono iniziati a gennaio 2016. La messa in servizio è prevista per il 2022.

Adeguamenti alla stazione di Berna Wankdorf

In parallelo alla separazione dei flussi di traffico a Wylerfeld, le FFS ampliano l’impianto di marciapiede meridionale della stazione di Berna Wankdorf. Grazie a un nuovo marciapiede esterno, i viaggiatori potranno raggiungere i treni diretti a Berna direttamente dalla Max‑Daetwyler‑Platz. Inoltre, il marciapiede intermedio (binari 1/2) viene allargato e reso conforme alle prescrizioni della legge federale sull’eliminazione di svantaggi nei confronti dei disabili (LDis). Per accrescere le capacità, vengono ampliati anche gli accessi (passerelle).

Nuovi apparecchi centrali per treni puntuali

Gli apparecchi centrali controllano tutti gli elementi necessari a garantire una circolazione dei treni sicura e senza collisioni. Assicurano la corretta interazione di scambi, segnali, annunci di binario libero e passaggi a livello. Diversi apparecchi centrali del nodo ferroviario di Berna hanno raggiunto il termine del proprio ciclo di vita e devono essere sostituiti.

A Berna Weyermannshaus, le FFS realizzano un nuovo edificio della tecnica ferroviaria e sostituiscono il vecchio e «storico» impianto dell’apparecchio centrale. Inoltre, sono stati rinnovati gli impianti di tecnica ferroviaria. L’impianto a Weyermannshaus potrà quindi essere utilizzato non solo per il traffico merci, come finora, ma anche per il ricovero di treni viaggiatori.

L’apparecchio centrale di Aebimatt viene sostituito e integrato nel nuovo impianto di sicurezza. In questo modo l’intero impianto di binari della stazione di Berna sarà controllato da un unico luogo. Grazie a un’infrastruttura moderna, è possibile garantire la circolazione puntuale dei treni nonostante l’aumento del traffico su rotaia. Il nuovo impianto di sicurezza costituisce il presupposto per tutti i prossimi progetti e ampliamenti nell’area di Berna.